Diese Seite empfehlenEmail Facebook Twitter

Italiano

Il Museo Segantini

Il Museo Segantini di St. Moritz è stato eretto nel 1908 come una sorta di monumento visitabile in memoria del grande artista, che trascorse gli ultimi anni della sua vita in Engadina. L’edificio circolare con la cupola im­po­nente richiama la forma del padiglione progettato da Segantini per l’Esposizione universale del 1900, che avrebbe dovuto ospitare il suo Pano­rama dell’Engadina. Il Museo è stato completamente ristrutturato, restaurato e ampliato tra il 1998 ed il 1999.

Con il maestoso Trittico ispirato alle Alpi La vita, La natura e La morte Segantini realizzò una delle ultime opere simbolistiche dell’Otto­cento. Infatti riproduce l’esistenza umana in armonia con la natura. Dal 1897 al 1899 l’artista lavorò ad un Panorama delle Alpi di dimensioni gigantesche, destinato all’Esposizione universale di Parigi del 1900 e da esporre in un padiglione ideato dallo stesso Segantini. Il progetto fallì a causa dei costi elevati, cosicché l’artista congiunse i due dipinti La vita e La morte, iniziati nel 1896, con il dipinto centrale La natura, in modo da collegarli in un’unica opera.

Lungo il Sentiero-Segantini sono collocati sei tabelloni che forniscono interessanti informazioni biografiche e note critiche sulla vita e l’opera di Giovanni Segantini. Il sentiero inizia di fronte all’Hotel Soldanella, prosegue al di sopra del Museo Segantini e termina in Via Somplaz, nei pressi della zona residenziale Suvretta.

Giovanni Segantini (1858-1899)

Nasce il 15 gennaio ad Arco (Trento). Frequenta l’Accademia di Brera a Milano. Nel 1880 Segantini apre il suo primo atelier a Milano. Nel 1881 si trasferisce con Luigia Bugatti, detta Bice, in Brianza. Nel 1886 l’artista si stabilisce a Savognino, un paese nell’Oberhalbstein nei Grigioni, e nell’ agosto del 1894 Segantini si trasferisce
a Maloja in Engadina.

Dal 1896 la famiglia trascorre i mesi invernali a Soglio in Val Bregaglia. Il 28 settembre del 1899 Segantini muore sullo Schaf­berg, il monte che sovrasta Pontresina. Nelle Alpi svizzere l’artista trae ispirazione dal paesaggio montano, a cui conferisce una intensissima lumi­nosità, trasponendo sulla tela la natura osservata molto analiticamente e, al contempo, attribuendole un contenuto profondamente simbolico. Segantini, infatti, è uno dei massimi esponenti del Simbolismo.

Fondazione Otto Fischbacher

Il Museo Segantini, oltre alle opere della propria collezione, ospita anche la straordinaria raccolta di nove dipinti e tre disegni appartenenti alla Fondazione Otto Fischbacher Giovanni Segantini. Con questa serie di significative opere d’arte a St. Moritz è esposta la raccolta più importante e completa a livello mondiale dei dipinti di Segantini. Le opere esposte com­pren­­dono sia i primi dipinti come il Bacio della croce sia opere come "A messa prima" e il suo dipinto più famoso Ave Maria a trasbordo. Soprattutto il periodo di Savognino è esaurientemente rappresentato con sei dipinti.

 

 

Orari di apertura

20. Maggio - 20. October
10. Dicembre - 20. Aprile

Martedì - Domenica 10.00 -12.00, 14.00-18.00

Chiuso Lunedì, 1 gennaio, Venerdì Santo, Domenica di Pasqua, 25 dicembre

Su richiesta si effettuano visite guidate per gruppi e visite di formazione didattica per insegnanti, scuole ed adulti, al di fuori del normale orario di apertura.